Digital Transformation e strategie di innovazione digitale

HomeBlogsDigital Transformation e strategie di innovazione digitale

di Carl Grivner

Una recente ricerca di Computing ha dimostrato che un terzo delle aziende inglesi non ha ancora adottato una strategia di digital transformation.

Questo scenario è abbastanza preoccupante, perché le aziende hanno bisogno di abbracciare innovazione digitale per una strategia di trasformazione grazie alla quale proteggersi dai cosiddetti “disruptors”, imprese che hanno influenzato l’evoluzione dei settori in cui operano. AirBnB, Uber e Netflix, giusto per nominarne qualcuna, si sono assicurate un posto nella Storia scardinando le regole dei rispettivi settori, in modi che molti ritenevano impensabili. E nella loro scia, hanno lasciato innumerevoli “vittime”.

Possiamo sempre imparare qualcosa da coloro che non sono riusciti ad adeguarsi alla trasformazione digitale. Ad esempio Kodak, che una volta era leader dell’industria fotografica, è stata travolta dall’avvento della fotografia digitale, perché non ha saputo adottare in tempo la nuova tecnologia.

Ma questa ora è storia vecchia. Al giorno d’oggi la trasformazione digitale può manifestarsi in molti modi, spesso meno evidenti, come ad esempio il fenomeno dello spostamento sul cloud. Solo lo scorso mese Mary Meeker, la guru di internet più influente che pubblica l’ “annual Internet Trends Report”, ha dichiarato: “L’adozione del cloud sta raggiungendo nuove vette e creando nuove opportunità”.

Le aziende che hanno già adottato il cloud hanno una marcia in più rispetto ai propri competitor, perché possono accedere a funzioni e processi come il data mining, e avere un potere di calcolo mai visto prima.

Le aziende “nate nel cloud”, che così spesso hanno il ruolo di “disruptors” in settori solidi, non sono gravate dal peso dalle infrastrutture tradizionali come i propri competitor. Questo permette loro di creare dei modelli di business totalmente nuovi dal nulla, senza preoccuparsi di danneggiare in qualche modo la propria attività, e portando la competizione a nuovi livelli.

Ma la digital transformation dà anche agli operatori tradizionali l’opportunità di competere con le nuove aziende nate nel cloud, chiaramente solo nel caso in cui la strategia sia ben eseguita. Provate ad immaginare: se Blockbuster avesse adottato lo streaming online per competere con Netflix, che ha ora più iscritti della TV via cavo, forse la storia sarebbe andata a finire in modo diverso.

I tempi stanno senza dubbio cambiando: Meeker mette in luce che dal 2013 la percentuale della spesa totale delle aziende sull’ infrastruttura IT è cresciuta, passando dal 23% al 37%, con gli investimenti nei data centre al primo posto tra le voci di spesa più alte.

Uno dei cambiamenti principali che Meeker identifica è la crescente preoccupazione associata all’adozione del cloud. Nel 2012, solo il 7% degli intervistati si preoccupava di avere un solo cloud provider a disposizione. Nel 2015 questa percentuale è salita al 22%, terza in classifica dopo le preoccupazioni relative alla governance e alla sicurezza dei dati. Questo suggerisce che le aziende preferiscono potersi muovere agilmente tra i migliori provider di servizi cloud e data centre quando lo ritengono opportuno. Infatti, il 68% delle aziende identifica l’agilità come uno dei requisiti più importanti per la digital transformation. Ciò fa da eco ai suggerimenti di alcuni analisti globali come Gartner, che implora le aziende di considerare l’agilità al momento di valutare le varie proposte per la propria rete.

Come l’antico testo cinese del Tao Te Ching dice, “Cerca di essere flessibile e rimarrai al centro”

Ma sia i pionieri, sia coloro che si convertono in seguito all’innovazione digitale non possono fare esclusivo affidamento sull’ecosistema cloud per vincere. Come i motori, che hanno bisogno di valvole, iniettori e candele per funzionare, le aziende che utilizzano il cloud hanno bisogno di una connessione potente, per connettere le varie parti del proprio business e spingerlo oltre rispetto ai competitor. Per essere davvero agile e abbracciare pienamente la digital transformation, hai bisogno di agilità in qualsiasi cosa tu faccia.

Per abilitare le aspirazioni digitali delle aziende abbiamo messo a punto il nostro IQ Network, una rete ottimizzata a 100Gbps e disponibile per più di 200 data centre e carrier hotels in tutto il mondo, che fornisce il miglior servizio del settore, ottimizzata per i servizi cloud e costruita per essere agile.

Non diventare il prossimo Blockbuster. Sali sul treno della digital transformation, prima che i tuoi competitor ti lascino indietro.

carlblog-august

Colt Technology Services

08 August 2017

 

Recent blog posts

La Borsa di Varsavia (GPW) diventa un provider di Colt PrizmNet

La partnership segnala la crescente presenza di Colt nell'Europa centrale e orientale   Londra, Regno Unito, 2 luglio ...
Continue Reading

LA BCE sceglie SIA e Colt per la rete di accesso ai sistemi di pagamento, titoli e garanzie dell’Eurosistema

La concessione avrà la durata di 10 anni SIA e Colt potranno fornire a tutte le istituzioni finanziarie ...
Continue Reading
Enzo Cascino @FintechAge Awards

Colt premiata ai FinTech Age Awards di Forbes

Milano, 12 giugno 2019 - Colt Technology Services è lieta di annunciare che in occasione di FinTech Age ...
Continue Reading