Skip to content

Quando l’IT incontra il business… l’obiettivo è raggiunto!

HomeQuando l’IT incontra il business… l’obiettivo è raggiunto!

In questo blog ci siamo soffermati fino ad ora su aspetti specifici della tecnologia progettata per aziende, evidenziandone le caratteristiche d’avanguardia e i benefici in termini gestionali ed economici.

Qui, partendo dalla testimonianza di alcuni clienti, vogliamo invece analizzare nell’ambito di una visione d’insieme il ruolo della tecnologia quale fattore abilitante per il business, ruolo spesso difficile da comprendere e da consolidare tra le varie funzioni aziendali, come dimostra anche un recente studio svolto da Forrester Consulting.

E’ inoltre fondamentale che le diverse esigenze delle imprese siano indirizzate in maniera personalizzata, grazie a competenze ed esperienze specifiche. Solo la capacità di proporre e implementare i servizi IT che rispondono puntualmente ai bisogni aziendali, rende infatti un’azienda che produce e vende tecnologia un partner, oltre che un fornitore.

Questi aspetti divengono sempre più importanti nel rapporto con i nostri clienti.

“La nostra azienda si occupa di fai da te, non di IT”: è emblematica l’affermazione di Sergio Casado Castejón, Technology and Innovation Manager di Leroy Merlin, l’azienda che con il concetto del “fai da te” ha costruito una vero e propria “relazione di ingaggio” nei confronti del cliente finale. Questo non sarebbe potuto accadere senza una profonda comprensione delle sfide correlate allo sviluppo del business da parte di chi si occupa di tecnologia in azienda. La raccolta e il monitoraggio continuativo dei dati relativi alla merce e alle disponibilità di magazzino si sono infatti rivelati fondamentali per rispondere alle esigenze del mercato e migliorare le performance, come spiega lo stesso Castejón

Anche per Francesco Tiberi, Head of IT di Nectar Italia la sfida era comprendere e supportare con gli strumenti propri dell’IT lo sviluppo aziendale, considerando che il programma fedeltà lanciato tre anni fa in Italia conta oggi oltre 10 milioni di utenti e 6000 punti vendita che aderiscono al programma: “I nostri sistemi devono essere sempre disponibili per ricevere ed elaborare le transazioni (…) Se il sistema subisce un guasto, l’impatto sui nostri profitti è diretto “.

Colt ha supportato Nectar Italia fin dall’inizio della sua espansione in Italia. Il rapporto tra le due aziende si è fondato immediatamente sul connubio tra tecnologia ad alte prestazioni, completezza del servizio ed elevato livello di assistenza. “È importante per noi sapere con chi lavoriamo” aggiunge Tiberi. “Ci fidiamo di Colt, perché sappiamo che c’è un’intera squadra di persone che si occupa costantemente della gestione della nostra infrastruttura.  Questo è il vero valore dello SLA – secondo Tiberi – che, altrimenti, non sarebbe “altro che un pezzo di carta”.

Date

Time

Location