Come far fronte alla crescente richiesta di abilitare lo smartworking

HomeBlogsCome far fronte alla crescente richiesta di abilitare lo smartworking

Lo smart working porta benefici a dipendenti e datori di lavoro. Come datore di lavoro, puoi aspettarti che la produttività e collaborazione migliorino, visto che i dipendenti possono interagire senza alcun limite geografico grazie agli strumenti di collaborazione integrati. Anche i dipendenti sono più felici in quanto possono evitare tempi e costi di trasporto e avere una maggiore flessibilità durante la loro giornata.

Il lavoro flessibile è servito anche per attirare nuovi dipendenti che non sarebbero stati raggiungibili in precedenza, né dal punto di vista geografico né da quello dell’inclusione e della diversità. Le organizzazioni hanno iniziato davvero ad abbracciare la capacità di riunirsi con l’utilizzo quotidiano di prodotti come Microsoft Teams, la cui adozione sta registrano numeri record.

La sfida ora per le aziende è come beneficiare di questa dimensione su una scala più ampia: molte organizzazioni semplicemente non hanno il set-up predisposto per far fronte a un’improvvisa ondata di dipendenti che lavorano da remoto. Anche le aziende che già dispongono di politiche per il lavoro a distanza potrebbero non essere ancora pronte per la portata di questo fenomeno e dovranno estendere le loro policy interne ad un gruppo più ampio di persone e per un periodo più lungo.

La tua organizzazione ha preso le misure per valutare e svolgere dei test?

  1. Connessioni utente remote – Accesso tramite banda larga e VPN? Considera che in alcune zone la connessione potrebbe avere una bassa larghezza di banda se non essere addirittura assente. Per esempio, in India un 256K potrebbe non essere sufficiente, quindi avere una scorta di dongle 4G potrebbe giovare.
  2. Disponibilità della rete – L’infrastruttura di rete aziendale è pronta a fornire la migliore user experience sia al tuo ufficio che alla forza lavoro da remoto?
  3. Best practice: disponi di policy chiare adeguate al tuo settore? I tecnici saranno sotto pressione e alcuni strumenti potrebbero richiedere un lavoro aggiuntivo per abilitare l’accesso da remoto.
  4. Governance – Applicazioni e risorse sono accessibili al set corretto di utenti?
  5. Sicurezza: sono tutti al sicuro? L’abilitazione dell’autenticazione a doppio fattore è fondamentale, ma soprattutto è necessaria una forza lavoro ben istruita e attenta alla sicurezza che sia consapevole delle minacce informatiche.

Il numero di persone che lavorano in modo flessibile cresce di mese in mese, quindi non si tratta più di una opportunità futura per le aziende, ma di una componente essenziale che è necessario pianificare immediatamente.

 

Per coloro che iniziano il percorso dello smartworking, ecco i primi step:

Valuta la tua rete: il primo passo è verificare che la connettività esistente sia in grado di garantire le prestazioni delle applicazioni cloud. Colt offre questo servizio su Azure Market Place

 

Inizia rapidamente con un Proof of Concept : per esempio quello sulle Intelligent Communications che aiuta le organizzazioni a migrare senza problemi a Microsoft Teams con Direct Routing.

Dai priorità al traffico cloud per garantire le prestazioni: ottimizza l’ultimo miglio e il peering per assicurare ai lavoratori da remoto la migliore esperienza e resa delle tue applicazioni. Di recente abbiamo annunciato la prioritizzazione del traffico end-to-end per i servizi Microsoft SaaS, per garantire una customer experience uniforme e senza interruzioni

 

In qualsiasi fase del percorso per abilitare lo smart working tu sia, assicurati che la tua azienda sia pronta per tutti i potenziali scenari. Questo ti permetterà di non rimanere indietro rispetto alla concorrenza e di essere in grado di continuare a supportare con continuità i tuoi clienti, ottenendo al contempo i vantaggi di una soluzione che aumenterà la produttività e ridurrà i costi.

Recent blog posts

Come gestire la sfida dei prezzi delle chiamate in entrata?

In un'era di continua evoluzione e cambiamento per la customer experience, l'importanza e il valore aggiunto di interagire ...
Continue Reading

Tre aspetti da considerare quando si sceglie un servizio voce globale

Una comunicazione chiara e affidabile è oggi più importante che mai, visto che i team di lavoro di ...
Continue Reading

Colt offre il servizio IP Access ai clienti che utilizzano Microsoft SaaS

Colt integra l’offerta Azure Peering Service di Microsoft con la prioritizzazione del traffico end-to-end per i servizi Microsoft ...
Continue Reading