,

Finanza e tecnologie

HomeBlogsFinanza e tecnologie

La finanza verso le tecnologie di mobilità

È un dato di fatto: le filiali fisiche delle banche stanno gradualmente cedendo il passo alle soluzioni tecnologiche, sempre più richieste. Si tratta di un altro passo verso la trasformazione digitale della nostra vita, che ora riguarda uno dei settori più tradizionali del mondo contemporaneo: quello bancario.

La generazione dei Millennials (chiamata anche Generazione Y, che identifica i nati tra gli Anni ’80 e il 2000) da alcuni anni detta le tendenze di consumo della società e decide i destini delle aziende tecnologiche. Utilizzare dispositivi mobili, web, e-mail, applicazioni o persino wearables è pane quotidiano per i Millennials ed è diventato il loro ecosistema naturale. Il 51,2% dei Millennials utilizza l’e-commerce da mobile, il 40,6% consulta da device siti di informazione e news mentre il 61% fruisce di contenuti video.[1]

Secondo il World Retail Banking Report 2016 di Capgemini e Efma, il 72,6%[2] dei Millennials dell’Europa Centrale utilizza prodotti e servizi erogati da aziende Fintech (abbreviazione di “financial technology”, termine che indica la digitalizzazione dei servizi finanziari). Cifre che continuano a crescere, definendo i trend futuri nel settore bancario. Indubbiamente il focus è cambiato, non è più sufficiente creare applicazioni o siti web mobile friendly che agevolano le semplici operazioni bancarie e le offerte diventano sempre più sofisticate. Consulenza finanziaria, prestiti, pagamenti tramite mobile, crowdfunding, micro trasferimenti, abitudini di spesa, quotazioni in borsa fino alla gestione del patrimonio da dispositivo mobile: tutte queste operazioni iniziano a essere effettuate da qualunque luogo attraverso un telefono cellulare.

Questo pone nuove sfide alle banche tradizionali: da un lato la cybersecurity e dall’altro la tecnologia e la velocità di connessione. I dati bancari sono i più interessanti per le migliaia di hacker che popolano le reti e questo significa che le misure di sicurezza mobile devono essere praticamente perfette e aggiornate in modo veloce. Si tratta di definire azioni come il posizionamento dei server, la crittografia dei dati e la verifica delle credenziali. Per quanto riguarda la tecnologia e la velocità di connessione, devono essere adatte alle esigenze dell’utente. In Colt scommettiamo sulla politica Bring Your Own Device e forniamo servizi personalizzati per ciascun cliente, con portali che permettono loro di autogestirsi in termini di velocità di connessione e larghezza di banda richiesti. L’aspetto più importante è trovare il perfetto mix tra velocità e customer experience affinché lo svolgimento delle attività bancarie sia sicuro, efficace e fluido, da qualsiasi luogo.

[1] Fonte: ricerca “People are Mobile”, Audiweb 2016

[2] Fonte: World Retail Banking Report 2016, Capgemini ed Efma

AP194014

Colt Technology Services

09 September 2016

 

Recent blog posts

La Borsa di Varsavia (GPW) diventa un provider di Colt PrizmNet

La partnership segnala la crescente presenza di Colt nell'Europa centrale e orientale   Londra, Regno Unito, 2 luglio ...
Continue Reading

LA BCE sceglie SIA e Colt per la rete di accesso ai sistemi di pagamento, titoli e garanzie dell’Eurosistema

La concessione avrà la durata di 10 anni SIA e Colt potranno fornire a tutte le istituzioni finanziarie ...
Continue Reading
Enzo Cascino @FintechAge Awards

Colt premiata ai FinTech Age Awards di Forbes

Milano, 12 giugno 2019 - Colt Technology Services è lieta di annunciare che in occasione di FinTech Age ...
Continue Reading