Uno sguardo al 2014


Gap tecnologico

Con l’anno ormai agli sgoccioli, abbiamo chiesto a Falk Weinreich, EVP di Colt Communication Services, cosa ne pensa dei grandi sviluppi tecnologici del 2014 e dell’impatto che hanno sulle PMI europee.

Quali sono le grandi novità annunciate dalla Commissione Europea nel 2014 di cui le PMI dovrebbero essere al corrente? La UE ha recentemente annunciato che effettuerà dei grandi investimenti nello sviluppo delle competenze e delle infrastrutture associate ai big data per consolidare il mercato dei dati europeo. In un’epoca in cui le aziende non possono permettersi di opporsi al cambiamento che l’economia digitale porta con sé, le PMI devono disporre degli strumenti adeguati per fare previsioni basate sui dati, che potrebbero migliorare la loro produttività e crescita.

La Commissione Europea ha fatto dei passi avanti anche nello sviluppo di una nuova legislazione sulla protezione dei dati, che dovrebbe entrare in vigore nel nuovo anno. Le nuove norme avranno grandi ripercussioni su tutte le PMI europee, pertanto occorre essere preparati.

Quali sono le lezioni più importanti da apprendere per le aziende in vista del 2015? A prescindere dalle dimensioni, tutte le aziende sanno bene che la tecnologia è diventata uno strumento essenziale per raggiungere i loro obiettivi principali, ma la ricerca dimostra che molte PMI non credono che la propria infrastruttura tecnologica sia sufficientemente adeguata ad offrire il tipo di servizi flessibili necessari per la crescita aziendale. Gran parte dei responsabili delle decisioni in campo informatico a livello europeo crede che le fondamenta di tali infrastrutture debbano evolversi nel corso dei prossimi due anni per adattarsi alle esigenze aziendali. Per colmare questo divario tecnologico, operare in modo più efficiente e soddisfare le aspettative aziendali, le imprese devono semplificare la propria infrastruttura e il modo in cui viene gestita.

Le aziende dovranno prendere decisioni di importanza critica in merito alle fondamenta della propria infrastruttura, a cosa e come acquistare e assicurare il supporto per le esigenze aziendali oggi e domani. Si tratta di un cambio di mentalità, che implica un passaggio dalla gestione della tecnologia allo sviluppo di un’infrastruttura basata sui servizi. Le aziende che prendono le decisioni migliori in queste aree saranno quelle meglio equipaggiate per fornire la risposta più efficace al divario tecnologico e assicurare che la tecnologia supporti tutti gli obiettivi aziendali.

Qual è il suo consiglio per le aziende che vogliono prepararsi ad affrontare il nuovo anno nel migliore dei modi? Il mio consiglio è quello di non sottovalutare il rischio informatico. Gli effetti di un attacco informatico possono essere devastanti e potenzialmente rovinosi per la reputazione di un’azienda e il suo risultato economico. Tutte le aziende, a prescindere dalle dimensioni e dal settore in cui operano, sono sempre più esposte a questi attacchi. Le PMI possono adottare misure semplici e poco costose per proteggere dati riservati, come la crittografia dei dati e l’analisi annuale delle vulnerabilità.

Contatta un esperto

800 909 319

Live chat con un Sales Rep

La live chat è disponibile dalle 9 alle 17, dal lunedì al venerdì

Scrivici in chat 

Contatta la nostra divisione vendite